Come aumentare le tue vendite di vino con delle semplici e-mail?

1 produttore di vino su 100 sfrutta il database dei propri clienti per fare e-mail marketing. Ancora meno sono quelli che conducono questa importante attività nel modo corretto. Vediamo di capirne di più...
email marketing vino
Roberto Bortolussi

Roberto Bortolussi

Hai letto bene, di seguito ti spiegherò come delle semplici email abbinate ad un software di email marketing sono in grado di aumentare le tue vendite anche se sei un produttore di vino.

Prima di cominciare, però, ci sono alcuni pre-requisiti che devi accertarti di avere:

  • Una strategia di email marketing ottimizzata ed efficace
  • La voglia di imparare ad utilizzare uno strumento digitale

Se possiedi entrambe, posso iniziare a parlarti di come la tecnologia possa darti un vantaggio competitivo ed un aiuto considerevole per l’aumento delle tue vendite.

Piccola nota: non ti parlò dei vari software esistenti sul mercato poiché c’è una lezione specifica ed approfondita su questo argomento all’interno del percorso avanzato Cantina Magnum (se non sai ancora di che cosa si tratta visita subito il sito www.cantinamagnum.it).

Partiamo dal presupposto che iniziare ad inviare delle mail per fare marketing è già meglio rispetto a non fare nulla.

Infatti quello che riscontro con il 99% dei produttori con cui faccio consulenza è che nessuno di loro sfrutta i dati dei propri clienti a scopi commerciali. Alcuni non raccolgono proprio i dati, chi li raccoglie invece li utilizza solo per gli adempimenti burocratici.

In entrambi i casi sappi che stai lasciando mooolti soldi sul piatto che potresti raccogliere piuttosto facilmente.

Anche per questo c’è un modulo specifico nel corso Cantina Magnum, ma voglio darti comunque qualche indicazione rispetto alla strategia di mail marketing che dovresti seguire:

  1. In ogni mail devi ribadire il tuo posizionamento, sia attraverso la comunicazione scritta che con lo stile grafico e aggiungendo immagini. Non devi per nessuna ragione al mondo inviare le classiche email istituzionali senza anima, passeranno del tutto inosservate o peggio ancora verranno immediatamente cestinate
  2. Utilizza le mail per inviare soprattutto materiale informativo di valore che ti servirà per educare e creare un rapporto profondo e duraturo nel tempo con i tuoi clienti o potenziali tali
  3. Utilizza la tua mailing list per mandare offerte commerciali travestite e/o bonus speciali, così da generare reali vendite e reale fatturato.

Devi trovare il giusto bilanciamento tra le email del punto 2 e 3.

Per esempio, se decidi che per la tua azienda è giusto inviare 4 email al mese (ovvero 1 a settimana) potresti pensare di scrivere 3 contenuti di valore sul tuo brand e 1 email invece più commerciale che punti direttamente a vendere i tuoi vini o a proporre qualche esperienza.

In questo caso il 75% delle tue comunicazioni ha come obiettivo la coltivazione del rapporto con i clienti mentre il restante 25% serve per raccogliere i frutti di questa relazione andando effettivamente a vendere e quindi a fatturare.

NOTA BENE: il rapporto 3:1 di cui ti ho appena parlato nell’esempio è appunto puramente a scopo didattico quindi non implementarlo all’interno della tua azienda senza rielaborazione. Ogni produttore di vino ha esigenze diverse, frequenze di invii differenti e contenuti di cui parlare anch’essi differenti.

Detto questo, possiamo passare al cuore dell’articolo, ovvero: come può un software per l’email marketing migliorare drasticamente la tua strategia di marketing e far aumentare le tue vendite?

  1. Puoi sapere chi ha aperto le tue mail, a quale ora e quante volte.  Questo è fondamentale per comprendere quali sono i potenziali clienti a cui puoi vendere di più, per capire quali sono i titoli delle mail che funzionano meglio (in fase di test) ed anche gli orari in cui i tuoi potenziali clienti sono più attivi, permettendoti di ottimizzare sensibilmente ogni tua singola campagna.
  2. Puoi avere una mappa esatta dei link che sono stati cliccati all’interno della mail.  Anche questo è un modo per comprendere quali sono i potenziali clienti più interessati a quello che gli mandi, e soprattutto capire se ci sono dei problemi con link che non si aprono, oppure se devi migliorare il tuo copy per invitare in maniera più persuasiva le persone a cliccare.
  3. Puoi programmare ed automatizzare l’invio di una serie di mail in un tempo prestabilito.  Questo è il motivo più importante, ovvero il creare delle vere e proprie campagne di marketing che “girano da sole” e che lavorano per te anche quando tu sei occupato in vigna o in cantina, quando stai dormendo o semplicemente facendo altro. Dovrai solo preoccuparti di scrivere le email e programmarle in un momento che sei libero e tranquillo!

Caso studio Irene del Bricco del Cucù

Ad esempio la giovane produttrice Irene del Bricco del Cucù ha fatto in modo che a tutti i visitatori che vanno a trovarla in cantina arrivi una bella email di ringraziamento con richiesta di recensione esattamente 24 dopo la loro visita.

In questo modo non deve più pensare ad elemosinare le recensioni dai clienti, perdendo tempo e la pazienza.

In più Irene non deve più preoccuparsi di chiedere una recensione con il rischio che qualche volta si possa dimenticare di farlo.

A tutto quanto ci pensa l’email marketing.

Risultato?

Le stanno arrivando fiumi e fiumi di recensioni spettacolari comodamente sui suoi canali: Facebook, TripAdvisor, Google My Business, WhatsApp, via Email, ecc…

Se non ci credi leggi tu stesso:

Non trovi incredibile tutto questo?

Pensa che tutte queste recensioni stanno generando un effetto a catena, portando da Irene tanti nuovi clienti che comprano vino.

Ti ho appena descritto un modo indiretto per incrementare le tue vendite di vino attraverso l’utilizzo corretto delle e-mail.

Ovviamente bisogna stare attenti, perché c’è modo e modo di fare email marketing.

Tante agenzie di comunicazione, purtroppo, spacciano per email marketing dei servizi che in realtà non lo sono e ti rubano solo soldi.

Non ti fidare MAI di chi dice di inviare delle email ai tuoi clienti senza spiegarti bene cosa andrà a fare e come.

Se hai delle esperienze con l’email marketing da raccontare o dei dubbi che vorresti chiarire scrivi un commento, sarò felice di risponderti.

E non dimenticarti di condividere questo articolo se ne hai apprezzato i contenuti e li hai trovati utili.

Un abbraccio e alla prossima!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Roberto Bortolussi

Roberto Bortolussi

Aiuto i produttori di vino a vendere più vino e a venderlo meglio grazie a delle accurate strategie di marketing e comunicazione.
Sono specializzato nel garantire risultati e tutti i produttori e le cantine con cui lavoro hanno incrementato il numero dei loro clienti e i margini di guadagno.
Tu vuoi essere il prossimo?

Roberto Bortolussi

Roberto Bortolussi

Aiuto i produttori di vino a vendere più vino e a venderlo meglio grazie a delle accurate strategie di marketing e comunicazione.
Sono specializzato nel garantire risultati e tutti i produttori e le cantine con cui lavoro hanno incrementato il numero dei loro clienti e i margini di guadagno.
Tu vuoi essere il prossimo?

Magari ti potrebbe interessare anche...

Desideri lasciare un commento su questo articolo?

Vuoi vendere più vino?

Ho preparato per te 4 video gratuiti in cui ti spiego come puoi incrementare le tue vendite (ma soprattutto i tuoi margini di guadagno netti) nel 2019. Per accedere immediatamente ai video ti basta inserire la tua email qua sotto e cliccare sul pulsante di invio:

ROB S.R.L. © 2019 All rights reserved

Open chat
1
Ciao sono Roberto Bortolussi, se preferisci puoi inviarmi un messaggio su Whats App oppure chiamarmi al 347 8556558
Powered by